Music festivals.<br>Non perdiamo mai un beat

Tuborg_GreenFest1.jpeg

Oltre al malto e al luppolo, i festival sono sempre stati un ingrediente chiave di Tuborg. Abbiamo placato la sete di molte generazioni. Dalle fan hippie che urlavano a pieni polmoni, con poca roba addosso, a quelli che pogavano sulla note dei Nirvana e che si agitavano nei loro felponi ai beat dei Major Lazer. Ogni volta che c’è divertimento e musica, potete stare certi che Tuborg è nei dintorni, per assicurarci che non vi perdiate neanche un beat.

Greenfest – Dalla russia con amore

Addio balalaika, benvenuto basso! Negli anni successivi alla caduta del muro di Berlino, i giovani russi stravedevano per la cultura e la musica occidentali. L’unione sovietica aveva cercato di contrastare la grande ondata di Rock-'n-roll dagli USA e dalla Gran Bretagna, ma non ci riuscì. Si possono fermare le persone, ma non si può fermare la musica.

Nel 2005, abbiamo stravolto la scena musicale russa portando i nostri artisti leggendari come i Foo Fighters, i Garbage e i Queens of the Stoneage. Era nato il Greenfest, i russi esultavano gridando “Vogliamo di più” (“мыхотимбольше” per usare le loro parole) e i restanti paesi dell’Europa orientale seguirono la scia.

Oggi il Greenfest (che presto diventerà il TBRGOpen) scalda le estati in Russia, Ucraina, Serbia, Bulgaria, Croazia e Romania. Finalmente la connessione che mancava tra i giovani e la musica. Nazdrovje!

 

EXIT Festival

Fate musica, non la guerra. L’Exit non è come gli altri festival. È nato nel 2000 da un movimento studentesco che lottava per la democrazia in Serbia e nei Balcani. I serbi erano oramai stanchi del regime di repressione e la musica ancora una volta fu il modo migliore per rimpossessarsi della loro giovinezza e della loro vita.

EXIT Festival nacque da una protesta contro il retaggio dell’odio e delle sanguinarie guerre balcaniche degli anni Novanta. Lo slogan del festival era: “Uscire da dieci anni di pazzia”, un riferimento al governo di Milošević.

Nel 2001 il festival si è spostato nella magica Fortezza di Petrovaradin, sulla riva destra del Danubio, a Novi Sad. Da allora è diventato sempre più grande, in parte grazie anche al contributo di Tuborg. 

Il festival è stato premiato come ‘Miglior Festival’ al Festival Awards 2007 del Regno Unito e insieme a Yourope, l’Associazione dei 40 festival più grandi in Europa, ha ricevuto il riconoscimento di “Miglior Festival Europeo”.

Anche se Tuborg non è più main sponsor del festival, rimaniamo uno dei suoi più grandi fan.

 

Glastonbury Festival

La prima edizione di questo Festival si tenne nel 1970 il giorno dopo la morte di Jimi Hendrix, davanti a una platea di 1500 persone. Questo Festival è molto più che uno spettacolo di musica. È una celebrazione della musica, dell’arte e della contro-cultura e oggi, con più di 150.000 biglietti venduti e quasi 90 performance, è considerato il festival all’aperto dell’arte e della musica più grande al mondo. Fino al 2016 Tuborg è la stata la birra ufficiale del Glastonbury Festival.